A9RB258

Casa Colonica Vesuviana

Residenziale

Il progetto ha riguardato la riqualificazione del rudere di una tipica masseria vesuviana a vocazione agricola, abbandonata da più di trent’anni. Oltre ai lavori di restauro e consolidamento, grande cura è stata prestata alla fruibilità degli spazi e agli arredi degli appartamenti ricavati dai volumi esistenti. Naturalmente, pur nel cambio della destinazione d’uso, si è cercato di mantenerne intatto lo spirito. Il pregevole palmento con balaustra in pietra lavica lavorata, dove avveniva la pigiatura dell’uva, è ora un soppalco con doppio affaccio sul giardino, attraverso un’ampia vetrata, e sulla cucina-pranzo. Un alto arco introduce dalla cucina al living, dove è stato recuperato l’antico focolare, rifinito con una parete in cartongesso sospesa a una vecchia pietra lavica, mentre un basamento in basoli, recuperato in loco, è stato trasformato in una comoda seduta accanto al fuoco.

Nella camera da letto, un soppalco è adibito a suggestiva sala da bagno, con vasca e lavabo a vista, mentre una parete sottile delimita la zona servizi. Gli arredi dei disimpegni e della camera dei bambini sono stati disegnati su misura. Infine, dalla camera degli ospiti/studio si accede alla terrazza attrezzata, che affaccia direttamente sulla piscina.

Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterGoogle+Email to someone

Write a comment